Trattamento del dolore neuropatico con anticonvulsivanti
uomo con nevralgia del trigemino
L'uso di farmaci antiepilettici per il dolore neuropatico può causare effetti collaterali che comportano un peggioramento complessivo della salute orale. Di conseguenza, è essenziale che i pazienti siano sottoposti a una rigorosa sorveglianza odontoiatrica per monitorare e prevenire potenziali complicazioni.

Il dolore neuropatico, o nevralgia, rappresenta una delle sfide diagnostiche e terapeutiche più complesse nel campo medico. Caratterizzato da una sensazione cronica di dolore dovuta alla degenerazione o disfunzione neuronale, il dolore può manifestarsi in diverse forme, quali scosse elettriche, sensazione di bruciore o di freddo, formicolio o punture di aghi. Questo, può essere esacerbato anche dal semplice sfioramento della pelle e necessita di un approccio terapeutico mirato.

Le neuropatie possono essere innescate da patologie (neuropatia diabetica) infettive (nevralgia post erpetica) o traumatiche (come lesioni da intervento chirurgico), oppure se le cause non sono note si definiscono idiopatiche

Il dolore neuropatico si verifica comunemente nelle persone affette da fibromialgia, sindrome del tunnel carpale, nevralgia del trigemino, cervicobrachialgia, lombosciatalgia, vulvodinia e nei pazienti sottoposti a chemioterapia. Nello specifico, la nevralgia del trigemino è caratterizzata da dolori acuti e brevi, simili a scosse elettriche, di solito su un lato del viso. Il suo trattamento prevede terapie farmacologiche con antiepilettici come Gabapentin e Pregabalin e, in casi estremi, interventi chirurgici. Nella forma idiopatica, non ci sono anomalie strutturali evidenti della radice nervosa, mentre nella forma classica vi è compressione neurovascolare e cambiamenti strutturali della radice. La nevralgia del trigemino secondaria può, invece, derivare da condizioni come la sclerosi multipla, con una prevalenza del 3,4% ed ha una maggiore incidenza negli uomini.

La diagnosi della nevralgia trigeminale avviene grazie ad esami come la risonanza magnetica o l'analisi dei riflessi trigeminali. L'odontoiatra può utilizzare specifici questionari per valutare la gravità e il tipo di dolore e, dopo la diagnosi, gestire direttamente la sintomatologia o indirizzare il paziente a una visita specialistica neurologica per ulteriori esami diagnostici. Questo approccio multidisciplinare è fondamentale per una gestione completa e personalizzata delle neuropatie craniofaciali.

Scelta del farmaco

Prima di iniziare qualsiasi trattamento farmacologico per il dolore facciale, è essenziale distinguere tra le varie forme di nevralgia del trigemino: idiopatica, classica e secondaria

Per il trattamento delle forme acute di nevralgia trigeminale, se gli oppiacei non mostrano risultati soddisfacenti, le linee guida della European Academy of Neurology raccomandano l'uso dei farmaci antiepilettici Carbamazepina o Oxcarbazepina.

Per il trattamento di mantenimento, invece, è consigliato l’uso di Gabapentin o Pregabalin in associazione a Carbamazepina o Oxcarbazepina, che rimangono i farmaci di prima scelta, oppure in caso di mancata risposta a questi ultimi. La posologia viene stabilita individualmente per ciascun paziente, tenendo conto del tipo di disturbo, dell'intensità dei sintomi, della risposta al trattamento e della tollerabilità agli effetti collaterali.

Gabapentin e Pregabalin

Il Gabapentin è stato sviluppato con l'intento di agire come un agonista del recettore dell'acido gamma-amminobutirrico (Gaba), un importante neurotrasmettitore inibitorio del sistema nervoso centrale, analogamente ad altri farmaci come barbiturici e benzodiazepine, utilizzati per il trattamento dell'epilessia. Tuttavia, paradossalmente, non mostra attività Gaba-mimetica diretta: il suo meccanismo d'azione agisce sui canali del calcio voltaggio-dipendenti, legandosi alla subunità alfa-2-delta. Questo legame determina la sua azione anticonvulsivante, riducendo il rilascio di neurotrasmettitori eccitatori in alcune regioni del cervello, e la sua azione analgesica.

Il Gabapentin viene utilizzato per il trattamento dell'epilessia negli adulti e negli adolescenti e per il dolore neuropatico periferico negli adulti. Diversi studi hanno evidenziato l'efficacia del farmaco nel trattamento dei disordini temporo-mandibolari, con miglioramenti significativi nella qualità del sonno e nella riduzione del numero e della durata degli episodi di bruxismo.

Il Pregabalin, invece, agisce in modo simile all'acido gamma-amminobutirrico (Gaba), ma non si lega direttamente ai recettori Gaba-A o Gaba-B e non viene metabolizzato in un agonista del recettore Gaba. Il suo meccanismo d'azione è dato dalla sua capacità di legarsi ai canali del calcio voltaggio-dipendenti, probabilmente alla subunità alfa-2-delta, presenti nei terminali presinaptici delle vie afferenti dolorifiche nel sistema nervoso centrale. In questo modo riesce a diminuire il rilascio di particolari neurotrasmettitori, quali il glutammato, la noradrenalina, la sostanza P e il peptide correlato al gene della calcitonina, coinvolti nella trasmissione del dolore e nella modulazione dei processi biologici.

Il Pregabalin è principalmente utilizzato come farmaco antiepilettico-anticonvulsivante nel trattamento dell'epilessia (specialmente le crisi di tipo parziale), spesso in combinazione con altri farmaci. Tuttavia, trova utilizzo anche nel trattamento del dolore neuropatico associato a nevralgia post-erpetica e fibromialgia, oltre che nel trattamento dei disturbi d'ansia come l'ansia generalizzata, il disturbo d'ansia sociale e il disturbo bipolare, nonché in condizioni come insonnia, dolore cronico, prurito cronico, tosse cronica e sindrome delle gambe senza riposo.

Implicazioni odontoiatriche

Questi farmaci possono causare effetti collaterali orali come la secchezza delle fauci o sindrome della bocca secca, aumentare la carica batterica presente nella bocca e l’insorgenza di problematiche quali infezioni gengivali e carie, compromettendo la salute orale. È quindi fondamentale che i pazienti che fanno uso di farmaci quali Gabapentin e Pregabalin siano sottoposti ad una stretta sorveglianza odontoiatrica.
 

Materiale informativo
Non ci sono materiali per questa news.
Video
Non ci sono video per questa news.
Altro da questa azienda
AnnunciVedi tutti
Privato
Offro
Privato
Offro
Privato
Offro