Sigarette elettroniche: aumentano il rischio di insufficienza cardiaca
uomo fuma sigaretta elettronica
Negli ultimi anni si sono susseguiti studi che indagavano gli effetti delle sigarette elettroniche sulla salute orale e generale, un nuovo e recente studio ha fatto emergere che le persone che fanno uso di questo tipo di sigarette sono maggiormente predisposti al rischio di sviluppare insufficienza cardiaca rispetto ai non fumatori. Questo studio è stato considerato come uno dei più completi fino ad oggi in riferimento agli effetti delle sigarette elettronica sulla salute generale.

La letteratura ha evidenziato già da diverso tempo gli effetti dello svapo sulla salute orale. Nello specifico esiste un legame indiscutibile tra l’uso di sigarette elettroniche e il rischio di sviluppare carie e malattia parodontale.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, oltre sei milioni di adulti negli Stati Uniti sono affetti da insufficienza cardiaca, una condizione i cui sintomi possono essere debilitanti e spesso portano a frequenti ricoveri ospedalieri, specialmente tra gli anziani. Nonostante spesso si pensi allo svapo come ad un’alternativa più sicura al fumo, numerose ricerche indicano che ha effetti negativi sulla salute orale e generale.

In un comunicato stampa, il Dr. Yakubu Bene-Alhasan, medico presso il MedStar Health a Baltimora, ha dichiarato: “Sempre più studi stanno facendo emergere che le sigarette elettroniche non sono così sicure come si pensava in precedenza. […] Vale la pena considerare le conseguenze per la salute, soprattutto per quanto riguarda quella del cuore”.

I ricercatori hanno esaminato nello specifico il legame tra l'utilizzo delle sigarette elettroniche e l'insorgenza di insufficienza cardiaca analizzando i dati provenienti dai sondaggi e dalle cartelle cliniche elettroniche dell'All of Us Research Program, uno studio completo su scala nazionale condotto dal National Institutes of Health. L'analisi ha coinvolto 175.667 partecipanti, con un'età media di 52 anni, di cui il 60,5% erano donne. Durante un periodo di follow-up di 45 mesi, è stata diagnosticata un'insufficienza cardiaca a più di 3.000 individui dei partecipanti allo studio.

Lo studio ha rilevato che gli utilizzatori di sigarette elettroniche presentavano un aumento del 19% del rischio di sviluppare insufficienza cardiaca rispetto a coloro che non le avevano utilizzate. Tuttavia, non sono emersi risultati significativi nell'associazione tra l'uso delle sigarette elettroniche e il rischio di insufficienza cardiaca in relazione a fattori come sesso, età e stato di fumatore.

In aggiunta, i ricercatori hanno segnalato che l'aumento del rischio legato all'utilizzo delle sigarette elettroniche era statisticamente significativo per l'insufficienza cardiaca con frazione di eiezione conservata, ma non per l'insufficienza cardiaca con frazione di eiezione ridotta. 
L'insufficienza cardiaca con frazione di eiezione conservata si verifica quando il muscolo cardiaco si contrae normalmente ma non si rilassa correttamente durante il riempimento. Al contrario, l'insufficienza cardiaca con frazione di eiezione ridotta si verifica quando il muscolo cardiaco non si contrae in modo efficace.

Alla luce di tali risultati, emerge un urgente bisogno di approfondire l'impatto dello svapo sulla salute del cuore, specialmente considerando la popolarità che le sigarette elettroniche hanno tra i giovani.
 

Materiale informativo
Non ci sono materiali per questa news.
Video
Non ci sono video per questa news.
Altro da questa azienda
AnnunciVedi tutti
Privato
Offro
Privato
Offro
Privato
Offro