Le potenzialità del gel nanotecnologico per la medicazione canalare
modello di dente che mostra tubuli dentinali

L'idrossido di calcio (Ca(OH)₂) è la medicazione antibatterica intracanale più diffusa in odontoiatria. La sua efficacia antibatterica deriva dall’alcalinità che favorisce la produzione e il rilascio di radicali liberi e ioni ossidrilici in grado di distruggere la parete batterica. Tuttavia, la sua efficacia è limitata quando si tratta di eliminare i batteri nei tubuli dentinali, una complessità che può portare allo sviluppo di infezioni durante e dopo la terapia endodontica.

Ricerca

I recenti sviluppi nel campo delle nanotecnologie hanno portato alla creazione di nanocompositi di idrossido di calcio (Ca(OH)₂-NP) che promettono un rilascio prolungato e costante del farmaco, ottimizzando così la disinfezione dei tubuli dentinali. Questi nanocompositi, abbinati a gel termosensibili che si solidificano a temperatura corporea, possono rappresentare una vera e propria svolta nel trattamento endodontico.

Un recente studio ha analizzato le proprietà di un gel sperimentale a base di idrossido di calcio con nanoparticelle Ca(OH)₂-NP. Questa ricerca ha incluso sia test in vitro che ex vivo per valutare il potenziale irritante e la capacità di penetrazione del gel nei complessi tubuli dentinali. 

Gli autori hanno eseguito studi reologici per valutare le caratteristiche del gel dopo stress oscillatorio, misurando il valore medio di viscosità e analizzando le sue proprietà in risposta a variazioni di temperatura. Infine, utilizzando sei denti umani estratti, è stata condotta un'analisi della profondità di penetrazione nei tubuli dentinali.

Risultati 

Le nanoparticelle hanno dimostrato una dimensione media inferiore a 200 nm e un'elevata capacità di intrappolamento del principio attivo, fattori che contribuiscono alla loro efficacia e sicurezza.

L’analisi reologica del gel termosensibile ha confermato che a 10°C si comporta come un fluido, mentre a 37°C diventa elastico, adattandosi perfettamente all'ambiente del canale radicolare. Il gel ha mostrato un’ottima capacità di rilascio del farmaco e una maggiore penetrazione nei tubuli dentinali, anche nelle zone più difficili da raggiungere. Importante notare che non sono stati riscontrati segni di irritazione o effetti indesiderati.

Conclusioni

I risultati dello studio indicano che il gel di Ca(OH)₂-NPs potrebbe effettivamente rappresentare una valida alternativa alle attuali opzioni di medicazione antibatterica intracanale. La sua capacità di rilasciare il principio attivo in modo prolungato e di penetrare efficacemente nei tubuli dentinali lo rende particolarmente promettente per il futuro del trattamento endodontico. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questi risultati nel contesto clinico e stabilirne l’efficacia a lungo termine.

 

Materiale informativo
Non ci sono materiali per questa news.
Video
Non ci sono video per questa news.
Altro da questa azienda
AnnunciVedi tutti
Privato
Offro
Privato
Offro
Privato
Offro