Studenti di odontoiatria a rischio ferite da taglio e da punta
mani del professionista con fresa dentale
Uno studio britannico rivela i rischi e le conseguenze delle ferite da taglio tra gli studenti di medicina e odontoiatria.

Le ferite da taglio non causano solamente danni fisici, ma possono anche avere impatti significativi sulla salute mentale, generare ansia e persino disturbo da stress post-traumatico. Un recente studio condotto in un'Università britannica ha esaminato l'incidenza e le conseguenze delle ferite da taglio e da punta tra gli studenti di medicina e odontoiatria. 

L’indagine ha coinvolto 3.372 studenti di varie facoltà sanitarie grazie ad un sondaggio che ha ottenuto un tasso di risposta del 21,47%. Tra gli intervistati, il 13% ha riportato di aver subito ferite da taglio, spesso correlate all’utilizzo di ampolle di vetro e aghi. Gli studenti di odontoiatria, in particolare, hanno identificato anche strumenti quali le frese dentali come una fonte comune di lesioni. 

Dalla ricerca è emerso che la maggior parte delle lesioni si verifica in ambienti clinici ma, una percentuale rilevante, avviene anche durante le simulazioni didattiche, sottolineando l’importanza di migliorare i protocolli di sicurezza anche in contesti formativi. 

Un dato allarmante è quello relativo alla sottosegnalazione degli incidenti: oltre il 50% delle lesioni non vengono riportate, spesso perché considerate di lieve entità o perché avvenute con attrezzature pulite.  La sottodenuncia evidenzia la necessità di sistemi che incoraggino la segnalazione e il supporto necessario a seguito di un infortunio, compresa la consulenza psicologica. È preoccupante scoprire che alcuni studenti hanno manifestato sintomi compatibili con il disturbo da stress post-traumatico dopo aver subito una ferita da taglio. 

In conclusione, lo studio non solo arricchisce la comprensione sulla frequenza e la varietà delle ferite da taglio e da punta tra gli studenti delle facoltà sanitarie, ma lascia trasparire lacune in termini di formazione, meccanismi di segnalazione e supporto. Serve un impegno congiunto per sviluppare politiche più efficaci che garantiscano la sicurezza e il benessere degli studenti, proteggendoli sia dalle cicatrici fisiche che da quelle psicologiche. 

Qui lo studio completo.

Materiale informativo
Non ci sono materiali per questa news.
Video
Non ci sono video per questa news.
Altro da questa azienda
AnnunciVedi tutti
Privato
Offro
Privato
Offro
Privato
Offro