User menu

ECM, AL CONGRESSO INTERNAZIONALE AIO DI CHIA 2019 FINO A 28 CREDITI. QUATTRO I TEMI CONDUTTORI

Ritratto di enrico.lai_55572
Top Contributors

ECM, AL CONGRESSO INTERNAZIONALE AIO DI CHIA 2019 FINO A 28 CREDITI. QUATTRO I TEMI CONDUTTORI

Da ventitre a ventotto crediti ECM, tanti se ne possono totalizzare seguendo le tre giornate del 10° Congresso Internazionale di Associazione Italiana Odontoiatri in programma dal 13 al 15 giugno prossimi a Chia in Sardegna. Le sessioni sono unite tra loro da fili conduttori, in modo da formare dei percorsi indicati, come a Chia 2017, da altrettanti colori. Si parte dal percorso giallo, che si snoda per tutta la giornata di giovedì, e si identifica nel corso pre-congressuale “Endodontics in the new millennium” ore 9-18, con Fernando Duran,  il milanese Fabio Gorni past president della Società Italiana di Endodonzia e Sandro Pradella. L’evento sarà foriero di 8 crediti ECM (percorso giallo). 

Venerdì mattina partono i percorsi azzurro, accreditato di 15 crediti ECM, e i percorsi verde e rosso che erogano entrambi 20 crediti ECM. Il percorso azzurro è in prevalenza di pedodonzia e si rivolge ai discenti della combinazione tra Pediatric Session di Roberto Barone (Firenze, chirurgia pediatrica), e sessione di pedodonzia con Giovanni Olivi e la libanese Maria el Khouri insieme ai relatori della SIOI (Società Italiana di Odontoiatria Infantile) guidata da Luigi Paglia; concludono Enrico Spinas e Maurizio Bossu: tutto questo dalle 9 alle 13. Si continua dalle 13.30 alle 15.30 con la sessione di Ortodonzia di Domingo Martin (University of California) che si protrae tutto sabato dalle 9 alle 15.30 con Renato Cocconi di Parma e Niko Perakis (Bologna-Ginevra) insieme ad Anna Mariniello (Napoli, Zerodonto), Giovanni Toxiri (Cagliari, Nuoro), Albert Wanning (Oral Care Division 3M).

Il percorso verde include la sessione di Style Italiano (9-11.30) con Angelo Putignano, Università delle Marche, Walter Devoto docente a Barcellona e Marsiglia e il messicano Jordi Manauta (università di Siviglia, Siena). Dalle 12 alle 19 è in programma il Simposio AIO - AIOP che inizia con la lectio magistralis di Istvan Urban (Szeged), autore del libro Vertical and Horizontal Augmentation pubblicato da Quintessenza, e si continua con relatori del calibro di: Gaetano Calesini (Roma), Ignazio Loi figura di rilievo mondiale nell’utilizzo della Biologically Oriented Preparation Technique-BOPT, insieme al sardo bolognese Mauro Fadda. Concludono il Venerdì Giuseppe Romeo e Fabio Cozzolino e Roberto Sorrentino. Il percorso si conclude sabato dalle 9 alle 15 con la sessione “Esthetic in Dentistry: european and south american visions”, confronto tra big americani ed europei. Da una parte la relazione in “tandem” di Irene Sailer, responsabile della Divisione di Protesica Fissa e Biomateriali dell’Università di Ginevra, e Daniel Edelhoff, associato al Dipartimento di protesi e scienza dei materiali dentali dell'Università Ludwig-Maximilian di Monaco di Baviera; dall’altra il brasiliano Paulo Kano (Sao Paulo) e il cileno Milko Villaroel (Curitiba) esplorano i nuovi orizzonti dell’odontoiatria estetica, senza dimenticare i big italiani come Francesco Mangani (Roma), Roberto Spreafico (Busto Arsizio) e Vincenzo Musella (Modena).

Il percorso rosso si differenzia dal precedente solo per la sessione mattutina del venerdì. Infatti si parte con la Sessione di Parodontologia che vede un confronto tra numeri uno, da Massimo de Sanctis (Firenze), a Magda Mensi (Brescia, Dental Campus), e ancora: Nitzan Bichacho (Tel Aviv), insieme ai giovani Roberto Scrascia (Venezia) e Francesco Argentino (Firenze).

Altri otto crediti saranno offerti dalla sessione per gli igienisti dentali in collaborazione con l’associazione italiana degli Igienisti (AIDI) che vede tra i relatori Anna Maria Genovesi (istituto Stomatologico Toscano) insieme a Magda Mensi (UniBs sua seconda relazione congressuale), Monica Castellaro (Universita di Torino), Andrea Butera (Pavia) e Camilla Preda (Vigevano).

Le quote agevolate per i tre giorni congressuali sono pari  ad euro 400 entro la fine di Maggio, tutto via sito: www.congressaio.it

Anche per la prenotazione alberghiera c’è un sito dedicato http://bit.ly/AIO2019