Contaminazione batterica nelle tecniche adesive dirette
Donna sottoposta a trattamento di bonding dentale

La contaminazione batterica può avere un impatto significativo sulla riuscita dei trattamenti odontoiatrici, specialmente per quanto concerne le tecniche adesive. Un team di ricercatori dell'Università di Otago, in Nuova Zelanda, ha condotto uno studio per valutare come la contaminazione batterica influenzi la resistenza adesiva in ambito odontoiatrico. I risultati forniscono importanti indicazioni cliniche.

Ricerca

I ricercatori hanno esaminato una vasta gamma di studi pubblicati tra il 2007 e il 2023 prendendo in esame articoli presenti su PubMed ed EMBASE. Complessivamente, sono stati analizzati 57 articoli, ognuno dei quali affrontava la questione della contaminazione da saliva, sangue e altri agenti contaminanti.
L'obiettivo di questa analisi era identificare in modo chiaro e completo gli effetti della contaminazione batterica sulla resistenza adesiva, fornendo così importanti informazioni per migliorare le pratiche cliniche e i risultati delle procedure restaurative in odontoiatria.

Risultati

Dall'analisi condotta è emerso che la contaminazione da saliva ha un impatto minore sulla resistenza adesiva se si utilizzano sistemi di auto-incisione rispetto ai sistemi di incisione e risciacquo. 
La contaminazione da sangue è risultata essere più problematica compromettendo notevolmente la tenuta dei restauri dentali, soprattutto tra composito di resina e dentina, e tra composito di resina e cemento ionomerico di vetro modificato da resina.

Conclusioni e applicazioni cliniche

Alla luce dei risultati emersi, gli autori dello studio suggeriscono di adottare una procedura di decontaminazione che comprende spruzzi d'acqua seguiti da un'asciugatura ad aria al fine di contrastare gli effetti della contaminazione batterica e ripristinare la resistenza adesiva compromessa. 
In aggiunta, per superare i limiti dello studio e garantire un'ottimale gestione della contaminazione batterica, i ricercatori sottolineano l'importanza di condurre ulteriori ricerche in questo settore. Questo permetterebbe di colmare le lacune nella conoscenza e di sviluppare nuovi protocolli di decontaminazione ancora più efficaci di quelli attualmente impiegati in ambito clinico.

 

Fonte: Journal of Dentistry

 

Materiale informativo
Non ci sono materiali per questa news.
Video
Non ci sono video per questa news.
Altro da questa azienda
AnnunciVedi tutti
Privato
Offro
Privato
Offro
Privato
Offro