User menu

Caso clinico Dr. Mauro Riva

Ritratto di mauroriv_1
Top Contributors
12 Febbraio 2020

Caso clinico Dr. Mauro Riva

Paziente Maschio 38 anni si presenta nello studio per risolvere un problema di frequenti piccole fratture del bordo incisivo di centrali e laterali superiori.

L’esame obiettivo evidenzia la presenza di lesioni da erosione sulle superfici occlusali, palatali e vestibolari di diversi elementi dentali.

 

L’esame radiografico mostra l’assenza di elementi trattati endodonticamente, presenza di alcune otturazioni in composito

In questi casi, è opportuno approfondire l’indagine anamnestica per individuare la causa dei processi erosivi che hanno interessato la dentatura del paziente.

Il paziente riferisce di aver bevuto per diversi anni coca cola, facendo permanere la bevanda in bocca, tipo sciacquo, per diversi secondi, prima di deglutire, perché provava piacere nel farlo.

Il risultato di questa abitudine ha portato ad una erosione precoce di smalto e dentina, con perdita di tessuto e dimensione verticale.

Il paziente richiede di migliorare l’aspetto estetico del sorriso e di risolvere il problema delle fratture ricorrenti del margine incisale dei centrali e laterali superiori e inferiori.

Il piano di trattamento viene programmato con rialzi in ceramica ibrida Vita Enamic Multicolor per le superfici occlusali dei settori posteriori inferiori e le superfici palatali ed incisali dei frontali  superiori. 

 

Completato il computer design, si procede con il fresaggio dei restauri, alla rifinitura ed alla preparazione delle superfici per la cementazione.

 Il colore del dente è stato rilevato con Vita Easy Shade preliminarmente, prima di posizionare la diga, per evitare errori causati dalla disidratazione superficiale con variazione del colore che la diga comporta.

La cementazione viene eseguita trattando le superfici di smalto con acido ortofosforico al 37 % per 20 secondi, la dentina con primer SE bond per 20 secondi, applicazione di bonding su tutta la superficie dentale.

I rialzi occlusali e le faccette palatali vengono trattati secondo le specifiche del sistema di adesione Vita Adiva, con mordenzatura della superficie della ceramica ibrida con gel di acido fluoridrico al 10% per un minuto, silanizzazione e bonding e successiva applicazione del cemento Vita Adiva F cem.

Fondamentale isolare il campo operatorio con diga di gomma.

Rimossa la diga, si procede al controllo occlusale con cartine di articolazione e alla lucidatura finale con gommini Vita Enamic Polish Clinical Set, per garantire una superficie lucida ideale.

        I margini incisali del gruppo frontale inferiore viene ricostruito con tecnica diretta in composito.

La tecnica utilizzata permette il recupero dei tessuti duri persi senza preparare le superfici dentali (tecnica non invasiva).

Le caratteristiche meccaniche e di adesione della ceramica ibrida Vita Enamic Multicolor garantiscono stabilità  a lungo termine ed un risultato estetico di altissimo livello.