User menu

Mese per la protezione dello smalto

30 Marzo 2021

Mese per la protezione dello smalto

Biorepair prosegue il suo impegno per la realizzazione di uno screening nazionale sullo stato di salute dello smalto dentale, in collaborazione con AIDI Pro, SUSO e U.N.I.D.

Giugno 2021 sarà il “Mese per la protezione dello smalto” Coswell attraverso il brand Biorepair dopo il successo ottenuto lo scorso anno con la “Campagna per la protezione dello smalto”, in collaborazione con AIDI Pro, SUSO e U.N.I.D. rinnova il suo impegno per sensibilizzare i cittadini italiani sul tema della protezione dello smalto dentale, come migliore azione preventiva contro problemi quali la sensibilità dentinale e l’insorgenza di carie. Con questa iniziativa Coswell rinnova il suo impegno al fianco dei professionisti della salute orale e consolida questa importante collaborazione.

I professionisti che aderiranno all’iniziativa offriranno la loro consulenza per la valutazione dello stato di salute dello smalto dentale misurando il livello di erosione dello smalto e la suscettibilità utilizzando l’innovativa App Intact-Tooth. Forniranno inoltre consigli sulle modalità di mantenimento della salute dello smalto o indicazioni per il ripristino dello stesso. La consulenza potrà essere erogata in studio fissando un appuntamento oppure da remoto.

Al “Mese della protezione dello smalto” possono partecipare tutti i professionisti della salute orale. Il form per aderire è disponibile su www.meseprotezionesmalto.it; ogni professionista dovrà prendere visione e accettare il regolamento disponibile sul sito e segnalare fino ad un massimo di tre studi dove sarà possibile richiedere un appuntamento. L’iscrizione sarà possibile fino a venerdì 7 maggio.

Tutti i professionisti che avranno confermato la loro iscrizione verranno inseriti nel data base in cui i cittadini potranno effettuare la ricerca dello studio, oltre a ricevere un kit contenete materiali di supporto alla consulenza (gadget e campioni di prodotto, un kit per ogni studio inserito).

Il “Mese per la protezione dello smalto” è realizzato in collaborazione con AIDI Pro (Associazione Igienisti Dentali Italiani per la professione), SUSO (Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia), U.N.I.D. (Unione Nazionale Igienisti Dentali), ha il Patrocinio del Corso di Studi in Igiene Dentale dell’Università degli Studi di Milano e della SIOCMF-Società Italiana di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale. È stato inoltre richiesto il patrocinio anche al CDUO-Collegio dei Docenti Universitari di discipline Odontostomatologiche.

 

 

APPROFONDIMENTI

L’erosione dentale e la gestione delle problematiche dello smalto

In collaborazione con AIDI Pro, SUSO e U.N.I.D.

 

Negli ultimi decenni si è osservato un crescente interesse per l'erosione dentale nella pratica clinica, nella salute pubblica e nella ricerca odontoiatrica, poiché la sua prevalenza è ancora in aumento; secondo quanto riporta l’AIC (Accademia Italiana di Conservativa) colpisce il 40% degli italiani e, nonostante l’alta incidenza, è ancora troppo sottovalutata.

 

L’erosione dentale o in generale le problematiche dello smalto dentale come possono influire sullo stato di salute orale generale?

Risposta a cura della dott.ssa Lucia Zugaro, vicesegretario nazionale Aidipro

L’erosione dentale è una patologia dei tessuti duri del dente caratterizzata dalla perdita progressiva e irreversibile dello smalto dentale, dovuta all’azione degli acidi intrinseci (es. reflusso gastroesofageo) o estrinseci (es. cibi e bevande acide).

È chiaro ed evidente che tale patologia, come d’altronde le altre patologie dello smalto, vada a compromettere lo stato di salute orale generale in quanto, oltre ad essere responsabile dell’indebolimento della struttura dentale con conseguenti possibili rotture e scheggiature del dente implicato, è anche causa della ridotta capacità masticatoria, del rischio maggiore di sviluppare carie, dell’ipersensibilità dentale, del cambiamento nel colore e nella forma dei denti che piano piano appariranno sempre più gialli, piccoli e corti.

 

Quali sono le azioni che possono essere poste in atto per mantenere un buono stato di salute dello smalto in caso di trattamenti ortodontici?

Quali sono le possibili implicazioni dei trattamenti ortodontici in relazione allo stato di salute generale della bocca?

Risposta a cura del dottor Gianvito Chiarello, presidente nazionale SUSO

Il controllo della placca batterica durante la terapia ortognatodontica è di fondamentale importanza per la salute e l’estetica dei denti e dei tessuti parodontali dei pazienti in cura. Gli Ortodontisti sono altamente consapevoli e per questo mettono in atto ogni strategia per controllare l’igiene, soprattutto nei piccoli pazienti. Tuttavia l’impatto degli apparecchi sull’igiene dentale varia a seconda del tipo di terapia, essendo le apparecchiature fisse quelle a più alto rischio di apportare placca sui denti. Per questo i bambini e i ragazzi portatori di apparecchi fissi devono essere seguiti e monitorati arrivando anche a dare appuntamenti dedicati esclusivamente al controllo igiene. Infatti, purtroppo, in questo nostro paese l’educazione all’igiene dentale non fa parte o fa raramente parte del programma scolastico e non c’è consapevolezza sociale dell’argomento.

Per evitare effetti collaterali e danneggiamenti dello smalto, gli Ortodontisti tengono sotto stretta osservazione l'integrità dello smalto per tutta la durata del trattamento, favorendo con ogni mezzo un'igiene ottimale e adeguando le tecniche di spazzolamento ai peculiari dispositivi presenti in bocca.

Grazie a questa speciale attenzione posso affermare che il continuo monitoraggio ottenuto con gli appuntamenti ortognatodontici mensili permette di tenere sotto stretto controllo eventuali processi di decalcificazione e di adottare conseguenti presidi utili a preservare l'integrità dello smalto.

Ribadisco l'importanza di una corretta manutenzione dell'apparecchio e di un'adeguata igiene orale attraverso l'efficace motivazione del paziente, non solo da parte dello specialista, ma anche di tutto il nostro team professionale. Un lavoro di squadra fatto a regola d'arte a salvaguardia dell'integrità degli elementi dentali.

 

Quale legame c’è tra la mancata prevenzione e l’insorgenza di problematiche dello smalto dentale? Quanto sono importanti le visite periodiche presso gli specialisti?

Risposta a cura della dott.ssa Stefania Piscicelli, vice presidente nazionale U.N.I.D.

L’insorgenza delle problematiche dentali potrebbe essere favorita da molti fattori: abitudini di igiene orale domiciliare scorrette, alimentari (uso eccessivo di alimenti o sostanze acide, elevato numero di pasti), o problematiche sistemiche (xerostomia, alcuni famaci, radioterapia, reflusso gastroesofageo).

Per prevenire le problematiche dello smalto dentale è importante divulgare la prevenzione primaria educando le persone a prendersi cura della propria igiene orale domiciliare con strumentazione adeguata, ad avere un’alimentazione equilibrata (evitando una dieta ad alto contenuto di zuccheri e sostanze acide), a mantenere opportuni stili di vita evitando abitudini viziate e stress.

Per la prevenzione delle problematiche orali e nello specifico dei problemi dello smalto dentale è essenziale sottoporsi a controlli periodici con l’igienista dentale o l’odontoiatra.

I controlli periodici permetteranno di intercettare eventuali lesioni iniziali dello smalto, correggere eventuali abitudini scorrette e consigliare presidi studiati per prevenire o migliorare la salute dello smalto dentale.

Se già presenti lesioni dello smalto come l’erosione, l’igienista dentale e/o l’odontoiatra potranno proporre ai propri pazienti trattamenti remineralizzanti professionali abbinati a trattamenti specifici domiciliari, accompagnati da opportuni consigli personalizzati.

Particolare attenzione da parte dei professionisti del dentale andranno considerate nei pazienti che sono sottoposti a cure farmacologiche che predispongono a xerostomia come la radioterapia o con problematiche sistemiche che predispongono ad avere un PH orale particolarmente acido; ai pazienti ortodontici che se non opportunamente seguiti potrebbero essere maggiormente esposti a white spot e demineralizzazione; ai pazienti che usano impropriamente prodotti sbiancanti ad alta abrasività.

 

***

Intact-Tooth la APP per la gestione dei processi erosivi dei denti

 

Intact-Tooth è la APP che offre ai professionisti del settore uno strumento di supporto per la gestione del fenomeno dell’erosione dentale.

Gli interlocutori a cui la APP si rivolge sono: i professionisti della salute orale a cui viene offerto uno strumento di supporto clinico; i pazienti a cui sono destinate le indicazioni di trattamento personalizzato emesse dai professionisti; il mondo della ricerca per la creazione di un database di refertazione normalizzata e documentata per immagini.

La APP ha molteplici funzionalità:

- supporta il professionista nella valutazione dello stato di avanzamento dei processi erosivi, offrendo la possibilità di definire il grado indicativo di erosione dentale e classificare la suscettibilità di ogni singolo individuo;

- permette al professionista di creare il proprio archivio pazienti, registrare gli indici di rifermento, acquisire immagini per valutare la presenza di lesioni sulla superficie dello smalto, fornire indicazioni per l’igiene orale domiciliare;

- include una estesa raccolta di protocolli terapeutici, validati scientificamente, orientati alla remineralizzazione e alla desensibilizzazione dei denti.

Intact-Tooth è una iniziativa senza scopo di lucro. È basata sul rispetto della valenza professionale degli operatori che sono assolutamente liberi di modificare ed integrare le indicazioni di trattamento proposte dal sistema.

La APP raccoglie dati che sono gestiti attraverso una procedura che li rende anonimi, nel rispetto della normativa di protezione dei dati sensibili sanitari e del rapporto confidenziale e riservato tra l'operatore ed il paziente; i dati sono riferiti esclusivamente al codice identificativo del professionista e a quello del paziente.

La APP è disponibile per dispositivi mobile iOS e Android e in versione desktop all’indirizzo https:/intact-tooth.cloud

Per informazioni è possibile scrivere a: staff@intact-tooth.cloud