User menu

Il digitale cambia volto all’odontoiatria: focus al X Congresso Internazionale AIO a Chia a giugno

7 Gennaio 2019
Aio

Il digitale cambia volto all’odontoiatria: focus al X Congresso Internazionale AIO a Chia a giugno

«Negli anni gli specialisti di punta di tutto il mondo hanno creato protocolli. Poi furono introdotti nella pratica quotidiana microscopi ed altri sistemi capaci di magnificare l’immagine. Oggi è difficile anche solo pensare all’odontoiatria senza di essi, ma forse c’è ancora un tratto di strada da percorrere». La competizione “Analog dentistry vs Digital Dentistry, battle of workflows” è al centro dell’intervento di Nazary Mikhailyuk, dedicato al workflow digitale integrato, introdotto dalle considerazioni sopra esposte. Il contributo dell’ucraino Mikhailyuk, specialista di Odontoiatria microscopica e operativo in una clinica a Ivano-Frankivsk con il padre e l’odontotecnico Bogdan Mikhailyuk di Oral Design Ukraine, chiude le sessioni di Microscopia in collaborazione con il Microscopy Study Club e di Digital Dentistry con la Digital Dentistry Society-DDS, a Chia al 10° Congresso Internazionale di Associazione Italiana Odontoiatri, dal 13 al 15 giugno 2019. L’appuntamento con le due sessioni parallele è giovedì 13. In programma dalle 9 alle 13.30, la sessione di Microscopia ospita gli interventi di Alfredo Iandolo, (Università Federico II di Napoli, membro Società Italiana di Endodonzia-SIE e 3D cleaning project), Maurizio Signorini, cofondatore del Microscopic Dental Club (IMDC- associazione internazionale per la diffusione della conoscenza della microscopia operatoria), ed Alessio Gini, di Pisa, e di Jorge Zapata statunitense di Ogden (Utah) membro dell’Accademia di Microscopia avanzata AMED. 

In contemporanea, dalle 9 fino al pomeriggio alle 16, la Sessione Digital Dentistry in collaborazione con la Digital Dental Society – guidata dalla tedesca Henriette Lerner e in crescita esponenziale per via della base molto giovane – ospita le relazioni di Carlo Mangano (San Raffaele) e Francesco Mangano (master di II livello in DD a Varese), nonché Fabrizia Luongo (Roma), Giuseppe Luongo (Academy of osteo-integration autore del libro Digital implantology - Quintessence International), l’odontotecnico Uli Hauschild (laboratorio a Sanremo dal 1985, specializzato in protesi estetica e funzionale), e l’israeliano Eitan Mijiritsky, visiting professor ai Master di Implantologia e Odontoiatria Digitale a Chieti, Pisa e Varese. Alle 16 parte l’intenso worskshop sul Digital Integrated Workflow con i fratelli Alessandro ed Andrea Agnini (Modena-Sassuolo), il palermitano Mario imburgia, visiting professor alla "City of London Dental School e BPP university, docente in DD a Roma e Varese, autore del libro “ipad in odontoiatria – la comunicazione digitale per il paziente e per il team” (Quintessenza), presenta con Luca e Matteo Dondi (Siena). Alle 17.45 infine l’intervento di Mikhailyuk.

Nella tre-giorni al Centro Congressi in riva al Mare di Sardegna, a mezz’ora dall’aeroporto Elmas di Cagliari, si alterneranno corsi teorico-pratici, simposi con società scientifiche odontoiatriche, confronti internazionali. E’ possibile accedere alle quote di iscrizione agevolate iscrivendosi contestualmente via sito congressaio.it all’Associazione Italiana Odontoiatri nonché ai congressi e fiere dove AIO parteciperà. Anche per la prenotazione alberghiera c’è il sito ad hoc http://bit.ly/AIO2019  e le tariffe sono bloccate fino a tutto febbraio 2019.

Informazioni e contatti - Ufficio Stampa AIO - Associazione Italiana Odontoiatri - Mauro Miserendino - tel 3292223136 - miserendino.ufficiostampa@aio.it