Evasione Fiscale: conclusa indagine nel barese
Soldi accanto ad un computer
Rivelato un esteso sistema di frode fiscale da 33 milioni di euro

Nel cuore della Puglia, un'indagine accurata condotta dalla Guardia di Finanza di Bari ha portato alla luce un sofisticato sistema di evasione fiscale nel settore odontoiatrico, svelando un mondo di redditi non dichiarati e tasse eluse. L'operazione, battezzata "Dentisti in Black" da alcuni organi di stampa, ha messo in evidenza come 80 studi odontoiatrici abbiano partecipato a questa pratica illecita, sfuggendo al fisco con somme ingenti.

Il caso è emerso inizialmente nel 2021, quando una verifica in uno studio odontoiatrico della provincia di Bari ha rivelato l'uso di un software gestionale, noto come "Suite Medical Gold", configurato per occultare i proventi in un'area segreta del programma, accessibile solo attraverso il tasto F12 della tastiera. Questo stratagemma ha permesso agli odontoiatri di operare in "nero", sottraendo al fisco italiano circa 33 milioni di euro in tasse non versate, nel periodo tra il 2016 e il 2020.

La Guardia di Finanza, una volta scoperta l'esistenza di questa sezione nascosta nel software, ha recuperato i dati degli studi che lo avevano acquistato, procedendo con controlli mirati che hanno rapidamente portato alla luce l'entità del giro d'affari occultato. Di conseguenza, 47 odontoiatri, proprietari degli studi coinvolti, insieme all'ingegnere responsabile della creazione del software, sono stati denunciati.
Oltre alle denunce, l'indagine ha portato al sequestro di beni per un valore di 5 milioni di euro.
 


Materiale informativo
Non ci sono materiali per questa news.
Video
Non ci sono video per questa news.
Altro da questa azienda