User menu

Chia 2022, al Congresso Nazionale AIO, formazione continua di eccellenza, per un totale massimo di ventisette crediti ecm. – Giovedi e venerdi 9/10 giugno 2022

Ritratto di enrico.lai_55572
Top Contributors

Chia 2022, al Congresso Nazionale AIO, formazione continua di eccellenza, per un totale massimo di ventisette crediti ecm. – Giovedi e venerdi 9/10 giugno 2022

Il “Focus on the Gender Shift” è il tema al centro del l’11° Congresso Internazionale di Associazione Italiana Odontoiatri che si terrà dal 9 all’11 giugno a Chia, in Sardegna: un appuntamento ormai consueto per il Gotha dell’odontoiatria nazionale ed internazionale. In questo caso però si tratta del primo congresso al mondo in cui in tutte le sessioni la parità di genere viene rappresentata, da relatori uomini e donne. 

La manifestazione si compone così: un pre-congresso di endodonzia (9 crediti) il  giovedì 9; il percorso rosso di parodontologia e protesica (18 crediti); il “verde” con la conservativa (18 crediti), il “blu” (14 crediti). 

Infine anche per gli Igienisti Dentali ci sono 8 crediti per una mattinata con relatori di livello. 

Il “percorso giallo” di Endodonzia, accreditato di 9 crediti ECM, inizia con uno dei più grandi maestri in chiave internazionale, Kim Syngcuk, Professore alla School of Dental Medicine, University of Pennsylvania, che tratterà del dilemma classico in clinica: salvare il dente o estrarlo e mettere un impianto.  

Segue un altra grande ricercatrice di fama mondiale, Elisabetta Cotti, cagliaritana, specializzazione e MS in Endodonzia presso l'Università di Loma Linda – California e professore Ordinario a Cagliari – Italia che trattera’ il tema della parodontite apicale.

Jennifer Gibbs, Direttrice della Divisione Endodonzia alla Harvard University School of Dentistry, tratterà delle sfide nella diagnosi e trattamento del dolore post-endodontico persistente. 

Dopo il break,  un’altra grande ricercatrice di fama mondiale, Josette Camilleri, della School of Dentistry dell’University of Birmingham, Regno Unito: autrice di oltre 130 pubblicazioni su riviste internazionali, tratterà di protocolli evidence based in Endodonzia.  Infine, l’italiano Giovanni Olivi, della Società Italiana di Endodonzia e della Società Italiana di Odontoiatria Pediatrica, coordinatore dei Master in ”Laser Dentistry” dell’Università Cattolica di Roma, parla di endodonzia innovativa con PIPS/SWEEPS. 

Termineranno la parte teorica, la tesoriera SIE Denise Irene Karin Pontoriero (Università di Genova) e il vice presidente SIE Filippo Cardinali; la loro sessione offre basi e suggerimenti nei casi clinici in cui occorra sagomare ed otturare il canale radicolare. 

Il “percorso verde”, (18 crediti ECM),  si focalizza sul contrasto tra apparente semplicità di utilizzo degli adesivi, adiuvata dalla digitalizzazione, e necessità di conoscere protocolli standardizzati, oltre che di usare approcci diversi in situazioni cliniche diverse. 

Inizia con la sessione mattutina di venerdì 10 giugno a cura dell’Accademia Italiana di Conservativa (AIC) con Paolo Ferrari (UniParma) apre sull’importanza dei compositi nei piani di trattamento. 

Quindi Allegra Comba ricercatrice all’Università di Bologna parla di chiusura dei diastemi, Gabriella Romano (Università di Foggia, Università della Campania Luigi Vanvitelli) di Trattamenti perio-restaurativi nei settori anteriori e Stefano Patroni docente di Biomeccanica Protesica e Implantoprotesi a Parma offre un excursus “dall’analogico al digitale”. 

Il “percorso rosso”, forse il percorso formativo più “spettacolare”, 18 crediti Ecm: si inizia venerdì 10, con “big” come Ignazio Loi, pioniere della Biologically Oriented Preparation Technique, Mario Semenza, il “master delle impronte”, Marco Ferrari, autore dei principali lavori indicizzati dell’ultimo periodo, e Dirk Duddeck, protagonista in Germania e fuori di una battaglia sulla verifica di qualità in implantologia. Già, quattro uomini, ma il congresso è dedicato al gender shift in odontoiatria, e omaggia la parità di genere con una rappresentanza femminile non da meno. Saranno protagoniste la giovane Martina Bonaudo, la georgiana Mariam Margvelashvili insieme ai nuovi arrivati: la slovena Anja Zembic, specialista in Odontoiatria Ricostruttiva SSO/SSRD e Kianor Shah, fondatore di International Extraction Academy. 

I percorsi verde e rosso continuano il venerdì pomeriggio e il sabato mattina con la Plenaria di Estetica. 

Il “percorso blu” prevede la possibilità di conseguire 14 crediti di formazione continua e si apre Venerdi 10 alle 9.00 con la sessione di pedodonzia che avrà per protagonisti Maurizio Bossu’, Associato all’università “la Sapienza” con cui tuttora collabora al corso integrato di “Odontostomatologia in Età Evolutiva”; Milena Cadenaro, Direttrice della Scuola di Specializzazione in Odontoiatria Pediatrica dell’Università di Trieste che tratterà di ipomineralizzazione del molari ed incisivi;  Luca Giannetti, Titolare della cattedra di Odontoiatria Protesica al Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria dell’Università di Modena e Reggio Emilia che parlerà dei difetti dello smalto e della loro risoluzione; ed infine la maltese Audrey Camilleri che tratterà traumi ed endodonzia rigenerativa. 

Il percorso blu continua e termina il sabato mattina con la Sessione Ortodonzia. 

Ricordiamo che i Soci AIO iscritti all’Associazione con il RID nazionale e locale hanno diritto allo sconto del 50%  del costo dei percorsi ECM entro il 30 maggio!

Ma non solo: tutti i Soci di associazioni e società scientifiche patrocinanti (AIC, ANDI, SUSO, SIE, SIDO, IAO, SIPRO, ecc…) aderiscono al Congresso alle stesse condizioni dei soci AIO.

Le iscrizioni si effettuano presso il sito www.congressaio.it

Voli diretti per Cagliari Elmas (40 km da Chia) sono disponibili da tutta Italia e per il supporto alla prenotazione il sito è https://clicqui.net/2zWh5 

Infine vi invitiamo a guardare il video del Congresso https://youtu.be/9L670k-ngaY