User menu

Dentista Rappresentante?

Ritratto di albertobattistelli
Top Contributors
18 Gennaio 2016

Dentista Rappresentante?

Nella pagina 20 del numero di infodent di Dicembre è apparsa una pagina di un dentista che fa pubblicità ad un laboratorio spagnolo che farebbe risparmiare il 50% senza problemi di qualità ecc. Percorrere tanti chilometri per cercare questo tipo di forniture mi pare subito una cosa poco intelligente, perchè da noi in quanto a "fantasia riduttiva" non manca certo materiale. Molti si sono arrabbiati e si sono stracciati le vesti, se questi sono tecnici, la domanda che faccio è semplice: ci svegliamo solo quando ci sono queste pubblicità o diamo il nostro contributo tutti i santi giorni per combattere queste cose? Chi si impegna in questa opera di "misericordia" sono sempre i soliti 4 gatti, sempre più soli a fare qualcosa per il bene di tutti, ma con ovvi scarsi risultati, visti i mezzi e gli uomini a disposizione. Ma la cosa che più mi colpisce di questa pubblicità è il fatto che il dentista fa il rappresentante del laboratorio (!!!!!!?????). Sorgono spontanee alcune domande: cosa ci guadagna? E’ ridotto così male da dover fare un secondo lavoro, certamente molto lontano dai sogni a cui lo conduceva la sua laurea? Stiamo vedendo di tutto: dentisti che vanno a lavorare per 10 euro a otturazione o a rilevare una impronta digitale per gli stessi 10 euro negli studi degli altri; abbiamo visto anche laureati in odontoiatria divenire rappresentanti di materiale odontoiatrico. Noi tecnici abbiamo associazioni di categoria con pochi soldi e pochi uomini, almeno la mia, e poco potere, ma quelle dei medici, sempre pronte a ostacolare anche i percorsi di crescita universitaria dei tecnici, come mai non riescono a arginare la deriva della loro professione verso una squalificazione preoccupante per i pazienti e per tutto il comparto che ne rimane travolto, visti i mezzi a disposizione e il potere che esprimono? Sono forti coi deboli ma poi? Oltre alla lotta all'abusivismo (quello degli altri, il loro un po' meno) come si relazionano verso questa deriva? Può essere vero che senza soldi si può fare tutta questa qualità? A me non risulta, ma al paziente chi glielo dice? Ai colleghi odontotecnici che ancora una volta hanno perso il carro delle potenzialità del digitale, svendendolo e svendendosi, posso solo dire........"ci meritiamo quello che abbiamo", smettiamola almeno di lagnarci.