User menu

Sistema per restauri EQUIA®: risultati eccellenti confermati da numerosi studi clinici a lungo termine

13 Ottobre 2020

Sistema per restauri EQUIA®: risultati eccellenti confermati da numerosi studi clinici a lungo termine

Riepilogo della Ricerca su EQUIA

 

Lanciato nel 2007, il sistema per restauri EQUIA ha ben presto dimostrato di essere un nuovo standard nell’ambito della tecnologia per i restauri in quanto garantisce risultati estetici nei restauri posteriori realizzati in bulk e costituisce un’opzione avanzata per superare i limiti delle otturazioni in amalgama, composito e vetro-ionomero convenzionale. Nel corso degli anni, EQUIA ha ispirato diversi gruppi di rinomati ricercatori che hanno deciso di valutarne la performance clinica in numerosi studi a breve e lungo termine.

 

Una crescente quantità di evidenze su EQUIA

Sempre più articoli pubblicati in autorevoli riviste di settore stanno evidenziando l’incredibile performance di EQUIA nei restauri di I e II classe dopo periodi di follow-up di 2 e 3 anni (Friedl et al1; Klinke et al2; Olegario et al3; Fatidou et al4; Lopez et al5). Altri due studi (Turkun et al6 e Basso et al7) hanno valutato i restauri EQUIA dopo periodi più prolungati rispettivamente pari a 6 e 7 anni e hanno concluso che si tratta di un sistema affidabile e durevole per i restauri di I, II e V classe.

Altri studi importanti hanno confrontato EQUIA con le convenzionali resine composite. Ad esempio, Menezes Silva et al8 e Kupietzky et al9 hanno dimostrato che EQUIA e la resina composita hanno tassi di successo analoghi nei restauri di II classe dopo 3 anni.

Dopo aver condotto uno studio di 5 anni, Molina et al10 hanno concluso che EQUIA ha ottime performance nel trattamento di pazienti che richiedono cure speciali. EQUIA si è inoltre dimostrato affidabile nel restauro di lesioni cervicali non cariose dopo 1 anno e dopo 3 anni come descritto rispettivamente da Vaid et al11 e Celik et al12. Uno studio controllato randomizzato diretto da Heck et al13 ha dimostrato, dopo un follow-up di 6 anni, che EQUIA ha una performance accettabile nei restauri di II classe con il coinvolgimento di due o tre superfici.

Infine, Gurgan et al.14 hanno condotto un notevole studio clinico di 10 anni e hanno riferito un eccellente tasso di successo del 100% ottenuto con il sistema per restauri EQUIA nelle cavità di I e II classe.

 

Materiali in vetro ibrido: una nuova era per la performance

Facendo leva sulle ampie e positive evidenze cliniche del sistema per restauri EQUIA, nel 2015 GC ha lanciato EQUIA Forte®, il primo materiale in vetro ibrido con il quale ora offre un’opzione senza precedenti per i restauri a lungo termine.

I risultati provvisori degli studi clinici dimostrano la sostenibilità di EQUIA Forte come materiale a lungo termine per restaurare cavità di II classe di grosse dimensioni[1]. Gurgan S. et al15 hanno confrontato EQUIA Forte con un composito micro-ibrido e hanno concluso che, dopo 4 anni, entrambi i materiali presentavano ottime caratteristiche superficiali e un eccellente adattamento dei margini. Lo studio multicentrico su EQUIA Forte (Miletic I. et al16) confronta il materiale in vetro ibrido con un composito resinoso nano-ibrido (Tetric EvoCeram, Ivoclar Vivadent) e i risultati provvisori dopo 2 anni hanno dimostrato che i due materiali hanno una performance clinica simile.

Supportata da anni di ampie ricerche e di pubblicazioni sottoposte a revisione accademica, questa review della letteratura fornisce ai clinici un’incrollabile fiducia nei sistemi per restauri in vetro ibrido come un’ottima alternativa a lungo termine.

Il più recente prodotto in vetro ibrido, EQUIA Forte HT, offre un’estetica migliore e una maggiore resistenza rispetto al suo predecessore EQUIA Forte, confermando così che i materiali in vetro ibrido offrono al dentista un’opzione affidabile per i restauri a lungo termine e al contempo sono efficaci ed economicamente convenienti per i pazienti.

 

Bibliografia:

  1. Friedl K et al, Clinical performance of a new glass ionomer-based restoration system: a retrospective cohort study Dent Mater. 2011 Oct;27(10):1031-7. doi: 10.1016/j.dental.2011.07.004
  2. Klinke T et al. Clinical performance during 48 months of two current glass ionomer restorative systems with coatings: a randomized clinical trial in the field  Trials. 2016 May 8;17(1):239. doi: 10.1186/s13063-016-1339-8
  3. Olegário C et al, Glass carbomer and compomer for ART restorations: 3-year results of a randomized clinical trial Clin Oral Investig. 2019 Apr;23(4):1761-1770.  doi: 10.1007/s00784-018-2593-9
  4. Fatiadou et al, A 3-year controlled randomized clinical study on the performance of two glass ionomer cements in Class II cavities of permanent teeth Quintessence Int. 2019;50(8):592-602. doi: 10.3290/j.qi.a42692
    Lopez L et al, Randomized clinical trial evaluating proximal retentions on ART restorations  J Dent Res Vol 98 (Spec Iss A):2120 https://iadr2019.zerista.com/event/member/584705
  5. Türkün S et al, A prospective six-year clinical study evaluating reinforced glass ionomer cements with resin coating on posterior teeth: quo vadis? Oper Dent. 2016 Nov/Dec;41(6):587-598.  doi.org/10.2341/15-331-C
  6.  Basso M et al, 7 Years, multicenter, clinical evaluation on 154 permanent restorations made with a glass ionomer-based restorative system. J Dent Res Vol 95 (Spec Iss B): 0446. 2016.  doi: 10.13140/RG.2.1.1603.2249
  7. Menezes-silva I et al, Three-year randomized clinical trial evaluating ART and composite resin restorations J Dent Res Vol 98 (Spec Iss A):3732 https://iadr2019.zerista.com/event/member/582959
  8. Kupietzky A et al, Long-term clinical performance of heat-cured high-viscosity glass ionomer class II restorations versus resin-based composites in primary molars: a randomized comparison trial.  Eur Arch Pediatric Dent. 2019 Feb 28. doi: 10.1007/s40368-019-00423-x
  9. Molina G et al, Five-year follow-up of ART and CRT in patients with disability. J Dent Res Vol 98 (Spec Iss A): 1357, https://iadr2019.zerista.com/event/member/583146
  10. Vaid DS et al, One-year comparative clinical evaluation of EQUIA with resin-modified glass ionomer and a nanohybrid composite in non-carious cervical lesions. Conserv Dent. 2015 Nov-Dec;18(6):449-52. doi: 10.4103/0972-0707.168805
  11. Celik U et al, Three-year clinical evaluation of high-viscosity glass ionomer restorations in  non-carious cervical lesions: a randomized controlled split-mouth clinical trial Clin Oral Investig. 2019 Mar;23(3):1473-1480.  doi: 10.1007/s00784-018-2575-y
  12. Heck K et al,  Six-year results of a randomized controlled clinical trial of two glass ionomer cements in class II cavities J Dent. 2020 Jun;97:103333. doi: 10.1016/j.jdent.2020.103333
  13. Gurgan S et al, A randomized controlled 10 years follow-up of a glass ionomer restorative material in class I and class II cavities  J Dent. 2020 Mar;94:103175. doi: 10.1016/j.jdent.2019.07.013
  14. Gurgan S. et al, 48-Month clinical performance of a glass hybrid in extended size class II cavities. J Dent Res Vol 99 (Spec Iss A): 1389 https://iadr2020.zerista.com/event/member/678011
  15. Miletic et al, Clinical performance of a glass-hybrid system compared with a resin composite in the posterior region: Results of a 2-year multicenter study. J Adhes Dent. 2020;22(3):235-247. doi: 10.3290/j.jad.a44547.

 

 

Per ulteriori riferimenti e informazioni, consultare il sito web https://europe.gc.dental/it-IT/products/equiaforte

 

GC ITALIA
VIA CALABRIA 1
20098 – SAN GIULIANO MILANESE (MI)
Tel.   0298282068      
Fax   0298282100
https://europe.gc.dental/it-IT/products/equiaforteht
Info.Italy@gc.dental

 

 

Nell foto: GC EQUIA – EQUIA Forte ed EQUIA Forte HT

 

[1] Consultare le istruzioni per l’uso o la guida tecnica per le preparazioni delle cavità di seconda classe