User menu

Proprietà Intellettuale - L'avvento del digitale nel mondo dell'ortodonzia

Ritratto di ANNALISA PONTI
Top Contributors
2 Novembre 2017

Proprietà Intellettuale - L'avvento del digitale nel mondo dell'ortodonzia

Negli ultimi anni il mondo della Medicina e quindi anche dell’Ortodonzia è cambiato radicalmente; tutto si è modificato sia nella forma che nella sostanza. Sono state applicate importanti trasformazioni nei rapporti con il paziente , che sotto alcuni aspetti si è trasformato nel cosiddetto “cliente”, nelle procedure e nei processi di lavoro. E’ cambiato il modo di comunicare con il paziente e sono cambiate le diverse tipologie di servizi da proporre allo stesso, grazie soprattutto ad un accesso facilitato delle tecnologie disponibili. L’avvento del digitale sta modificando rapidamente molte delle procedure nell’ambito ortodontico, cercando di renderle piu’ agevoli e di fatto possibili, offrendo vantaggi in termini di efficienza, produttività e qualità delle cure. Chiaramente è un trend che non si può fermare. E’ importante però capire gli ambiti precisi dove il digitale si sta rivelando un ausilio utile per l’ortodontista. Esistono tecniche di pianificazione digitale che consentono di pre-visualizzare gli spostamenti ortodontici, prevedendo così in anticipo eventuali modifiche di forma degli elementi dentali. Il digitale permette di programmare  gli spostamenti già previsti, magari aiutandosi per mezzo di ancoraggi scheletrici. Inoltre grazie a scanner intraorali si ha la possibilità di visualizzare e analizzare tridimensionalmente le ossa mascellari, gli elementi dentali, i tessuti molli del paziente , potendo effettuare un tracciato cefalometrico 3D ed un setup della mal occlusione. Utilizzando gli stessi dati digitali, con l’utilizzo di software dedicati è possibile, con la tecnologia cad cam, mediante apparecchi specifici, ottenere i modelli delle arcate dentarie del paziente, senza aver rilevato nessuna impronta delle stesse, con la possibilità di simulare non solo il movimento delle corone ma anche quello delle radici, rispettando ovviamente i limiti ossei del paziente. La sfida è creare una soluzione individuale che comprenda nel miglior modo possibile tutti gli aspetti del flusso di lavoro sia interno che esterno. Per utilizzare al meglio le nuove tecnologie è fondamentale la formazione degli operatori all’interno dello studio di ortodonzia. E’ evidente che l’innovazione tecnologica è necessaria per aumentare la qualità di servizio da offrire al paziente, ma  allo stesso tempo diventa fondamentale la tutela dell’innovazione tecnologica attraverso l’applicazione della proprietà intellettuale, che in ogni ambito da sempre un valore aggiunto al prodotto finito.