User menu

“Progressi in Protesi”

7 Settembre 2017

“Progressi in Protesi”

Oggi più che mai, senza alcun intento a voler esasperare la situazione odontoiatrica sociale, ci si confronta con la necessità di rispondere alla poltrona a condizioni complesse, legate talvolta ad una trascuratezza dovuta alla difficoltà di accesso alle cure e al conseguente stato di salute orale decisamente aggravato, a cui viene anche richiesta una dimensionata attività d’intervento e con risposte sostenibili.

In un momento di delicata condizione socio-economica, si rende quanto mai evidente la già descritta relazione tra condizione di salute della bocca e decoro sociale dell’individuo, intendendo l’attenzione verso se stessi ed i propri stili di vita. E’ altrettanto descritto, quanto si estrinseca in termini di benessere del cavo orale la condizione di salute sistemica, dato che sovente, siano proprio le mucose orali la prima rappresentazione patognomonica di quadri complessi, che possono darne i propri prodromi proprio in bocca.

Escludendo per pertinenza ospedaliera le condizioni di vulnerabilità sanitarie, che richiedono centri dedicati o ospedalizzazione, in cui l’odontoiatria viene a supporto di una flowcharts terapeutica complessa, indichiamo di seguito quelle di pertinenza più sociale e quindi, di più rappresentato confronto ambulatoriale nel comune studio dentistico come dovere etico e opportunità professionale. Le necessità d’intervento riguardano la gestione di situazioni complesse in modalità sostenibile, ed è certamente un tipo di cura che risponda rapidamente a necessità funzionali con una semplificazione di mezzi, la scelta più diretta. E tutto ciò al fine di un utile ripristino del comfort e soluzione al deficit masticatorio e/o relazionale; cioè quanto comunemente inteso come Odontoiatria Sociale, oggi affrontato in importanti progetti di aggiornamento professionale proposti ai nostri colleghi, al fine di trovare condivise occasioni per la propria quotidianità professionale.

A novembre i professionisti della Dental School di Torino guideranno la VII edizione del “Simposio di Odontoiatria”

La riabilitazione del paziente totalmente edentulo esaminata in tutte le sue fasi. È questa la tematica che sarà affrontata Sabato 4 novembre durante la VII edizione del “Simposio di Odontoiatria”, quest’anno intitolato “Progressi in Protesi”. Un evento scientifico che radunerà a  San Patrignano, numerosi professionisti, odontoiatri e odontotecnici, per un momento di confronto e di aggiornamento. Direttamente dal centro medico della Comunità, i docenti della Dental School di Torino, Gianfranco Gassino, Marco Murgia e Gianmario Schierano guideranno in diretta live gli interventi. In particolar modo, saranno illustrati tutti i passaggi, dalla visita diagnostica fino alla consegna della protesi totale mobile,  della metodica “S.E.T”: Simplified Edentulous Treatment. Si tratta di una modalità d’intervento all’avanguardia, frutto delle ricerche condotte dalla scuola di Torino, capitanata dal professor Giulio Preti. “…Una tecnica che- come ha spiegato il  Dottor Massimo Fuzzi, responsabile scientifico del Simposio- prevede lo sviluppo di un iter gestionale molto semplificato che non significa una riduzione del risultato, ma una riduzione dei tempi…”.

Dunque, le premesse non mancano per un momento di grande interesse scientifico, ma anche di rilevanza sociale. I ricavi derivanti dalle partecipazioni saranno destinati a “Costruire sorrisi”, un progetto con il quale la Comunità provvede  alle cure odontoiatriche di cui i ragazzi in percorso inevitabilmente necessitano.  Sono numerosi i danni che le droghe provocano al cavo orale così come sono numerosi i deficit masticatori che ne conseguono. Per tale ragione, già nel 1982, il fondatore Vincenzo Muccioli decise di dotare il centro medico della Comunità con un apposito servizio odontostomatologico per restituire dignità a quelle bocche profondamente segnate dall’abuso di sostanze.    

Infine, il Simposio di Novembre sarà l’ennesima occasione per San Patrignano di far conoscere a tutti la sua vasta realtà. Ai partecipanti all’evento scientifico sarà data la possibilità di portare con sé i propri familiari, i quali tramite il format “Un giorno @ SanPatrignano” potranno scoprire la comunità da vicino, visitando i diversi settori ma soprattutto conoscendo i suoi testimonial: i ragazzi in percorso, impegnati ogni giorno, a riprendere in mano la propria vita. 

 

Scarica il pdf dell'evento