User menu

Perché ho scelto Teethan

10 Novembre 2017

Perché ho scelto Teethan

Abbiamo chiesto al Prof. Alessandro Nanussi le motivazioni che lo hanno spinto a scegliere Teethan, il primo dispositivo wireless di valutazione funzionale dell’occlusione dentale.

 

Dott. Nanussi perché ha scelto di dotarsi di una tecnologia innovativa come Teethan?

Mi serviva uno strumento con il quale misurare l’equilibrio occlusale attraverso la valutazione dell’attività muscolare. Queste informazioni sono utili ai fini diagnostici e terapeutici nel comune paziente e anche nel soggetto disfunzionale. Infatti temporali e masseteri sono i muscoli che muovono la mandibola durante la funzione fonetica, masticatoria, deglutitoria, nei movimenti estremi che sollecitano l’articolazione così come nel carico statico occlusale e negli spostamenti lungo le guide anteriori e laterali dei denti, quindi non è possibile ignorare questo aspetto.

 

Perché proprio Teethan?

L’elettromiografia di superficie esiste da anni, anzi da decenni, ma il significativo passo avanti si è verificato quando, grazie a software adeguati, è stato possibile passare da una valutazione qualitativa del segnale ad un’analisi quantitativa.

Teethan calcola automaticamente i parametri dell’occlusione dentale con una iconografia di immediata comprensione, consentendo una rapida ed efficace integrazione diagnostica ed azione clinica. L’hardware particolarmente snello e pratico rende l’esame agevole e veloce.

 

Pensa che sia migliorato il suo lavoro con Teethan?

Fa parte ormai di tutti quegli strumenti che integrano quotidianamente l’attività clinica sia del punto di vista della diagnosi che da quello della terapia.
È diventato insostituibile in quanto mi aiuta a dare risposta ai dubbi che comunemente si pone l’odontoiatra scrupoloso:
Ho bilanciato correttamente questo occlusione?
Può residuare un sovraccarico in grado di danneggiare il mio lavoro o i denti del paziente?
Questa muscolatura tollera l’attuale impostazione di guide e dimensione verticale o compariranno sintomi tensivi muscolari?
Come posso registrare l’adeguatezza del risultato del mio lavoro?
Adesso è possibile.

 

Che valore aggiunto dà?

Il valore aggiunto, che rende questo strumento indispensabile nella mia pratica quotidiana, va però oltre la sua efficacia clinica, in quanto consente una oggettivazione dell’attività muscolare e della sua risposta alle azioni terapeutiche, ottimizzando il dialogo fra i professionisti del team odontoiatrico ed anche con gli altri specialisti nell’ambito dell’approccio multidisciplinare.
La semplicità con la quale si presentano i valori numerici dei parametri analizzati consente inoltre un agevole dialogo con il paziente, che è in grado di apprezzare anche le anomalie funzionali che lo affliggono e l’efficacia delle terapie applicata.

 

Ha alterato il suo flusso di lavoro?

No, mi ha consentito di enfatizzare la cura che poniamo nel nostro studio nel favorire per il paziente una situazione funzionale più fisiologica possibile. È integrato nel protocollo terapeutico nelle diverse discipline nelle quali il controllo dei carichi occlusali e dell’attività muscolare risulta indispensabile. Cioè, praticamente sempre. Spesso i pazienti vengono inviati da colleghi appositamente per l’esecuzione dell’esame perché chiedono un contributo di agnostico.

 

È facile?

Eseguire l’esame e ricavare utilissime informazioni è rapido ed agevole. Come per ogni strumento, può essere utilizzato a vari livelli di complessità che possono richiedere una curva di apprendimento breve o lunga a seconda di quanto si desideri approfondire l’approccio diagnostico e terapeutico. Certamente alza il livello della consapevolezza di ciò che stiamo facendo il paziente, così come ad esempio lo fa una radiografia in altre situazioni.

 

I pazienti lo apprezzano?

Il paziente stesso è in grado di apprezzare facilmente l’esito dell’esame, ma soprattutto apprezza l’aumentata competenza dell’operatore che lo cura e la oggettivazione del risultato delle cure stesse.

 

Prof. Alessandro Nanussi, prof. a c. presso l’Università Milano-Bicocca e docente presso l’Università di Chieti-Pescara. 

Libero professionista a Milano, socio con il dott. Cristian Coraini dello Studio Skysmile. 

Past-president SIOS e consigliere AIG.

 

www.teethan.com