User menu

"La Protesi sta cambiando, cambia con AIOP"

20 Marzo 2020

"La Protesi sta cambiando, cambia con AIOP"

"La Protesi sta cambiando, cambia con AIOP" è la frase centrale dell’Accademia per il 2020.

Il programma scientifico e culturale di AIOP 2020 è nato, in fatti, con lo scopo di integrare i fondamenti della terapia protesica con le innovazioni terapeutiche che hanno contraddistinto la protesi nell’ultimo decennio. Un progetto molto ambizioso finalizzato a rafforzare la basi e le radici della disciplina protesica ed al tempo stesso illustrare come le nuove tecnologie e le più moderne procedure possano intervenire  nella pratica clinica quotidiana semplificando e migliorando le terapie. Il Congresso Internazionale di Bologna esprime chiaramente questo obiettivo ed ha l’ambizione di sintetizzare tutti questi aspetti in modo efficace con un immediato riscontro clinico. Il Congresso Internazionale, come di consueto si svolgerà a Bologna, dal 19 al 21 Novembre.  La giornata precongressuale sarà articolata in due sessioni per clinici e odontotecnici. I protagonisti saranno il Dott. Eric Van Dooren  ed il  Dott. Ed Mclaren  relatori di nota fama sul panorama internazionale. AIOP con questo congresso vuole riportare l’attenzione sul reale significato e valore della terapia protesica che deve prendere in considerazione tutti gli aspetti che entrano in gioco nel determinare il successo a lungo termine. Il titolo è estremamente emblematico: “Tutto ciò che al protesista serve prima della protesi”. In quest’ottica saranno presi in considerazione tutti gli aspetti ortodontici, endodontici, parodontali e chirurgici che devono essere valutati per un corretto piano di trattamento.  La multidisciplinarietà di trattamento è infatti una prerogativa fondamentale, molto spesso indispensabile per concludere terapie d’eccellenza sia da un punto di vista che estetico che funzionale. In tal senso la presenza di un “direttore d’orchestra”, in grado di gestire adeguatamente la comunicazione tra tutti gli operatori ed al tempo stesso integrare tutti gli step operativi in modo corretto, è un elemento sostanziale.  Non mancheranno sessioni parallele dedicate ai giovani, al digitale, alla protesi totale, al management, tutti aspetti che AIOP, ormai da anni, continua ad includere e sviluppare nelle proprie programmazioni culturali.  Sarà un bellissimo modo per concludere un anno straordinario in cui AIOP si è contraddistinta per innovazione e solidità.

 

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUL CONGRESSO