User menu

Il comparto industriale italiano ha superato la barriera del miliardo di euro nel 2019

19 Novembre 2020

Il comparto industriale italiano ha superato la barriera del miliardo di euro nel 2019

Lo Studio di Settore UNIDI, realizzato da Key-Stone, è stato presentato in anteprima il 19 novembre 2020 durante un evento online UNIDI-ANDI da Roberto Rosso, presidente della società di ricerca,  che ha illustrato i risultati e le tendenze di mercato dei principali segmenti e delle famiglie di prodotto che definiscono il settore dentale in Italia.

 

L’INDUSTRIA DENTALE ITALIANA SUPERA LA BARRIERA DEL MILIARDO DI EURO

A conclusione dell’ultima edizione dello Studio di Settore UNIDI, il mercato dentale italiano presenta un lieve rallentamento di crescita, ma all’interno di un ciclo espansivo che perdura dal 2016.

A parte l’andamento ridotto nel biennio 2012-2013, lo sviluppo della produzione italiana continua in modo costante e strutturale, con un trend di crescita media composta (CAGR) negli ultimi dieci anni del 4,5%.

Analizzando nel dettaglio la produzione italiana, il comparto tecnologico, in particolare i riuniti e le nuove tecnologie in ambito Cad-Cam, presenta i tassi di crescita più elevati. Anche i prodotti di consumo, in particolare quelli da laboratorio, e i farmaceutici, ottengono ottime performance. Interessante la produzione di software gestionali per lo studio dentistico con una crescita del 16% di fatturato ex-fabbrica.

L’EXPORT SEMPRE POSITIVO MA IN LEGGERO RALLENTAMENTO

Il lieve rallentamento dell’export non incide sullo sviluppo complessivo del comparto. Riuniti e autoclavi sono le famiglie più performanti e rilevanti in termini di fatturato. Al pari dei trend della produzione complessiva, anche le esportazioni dei prodotti di consumo da laboratorio e i farmaceutici registrano ottimi risultati.

 

SERVIZI E DIGITALE I DRIVER DI SVILUPPO DEL MERCATO INTERNO

Il mercato finale dei prodotti e dei servizi degli studi e dei laboratori (Sell-Out) sfiora 1,4 miliardi di euro con una crescita del 3,5%. Lo studio registra uno sviluppo eterogeneo in funzione delle diverse famiglie di prodotto analizzate. La crescita più marcata è rappresentata dai servizi di dispositivi medici su misura. In particolare, gli allineatori ortodontici presentano una crescita superiore al 50%.

Sempre relativamente al comparto dei servizi di produzione digitale, le tecnologie e i software Cad-Cam registrano una crescita che sfiora il 20% rispetto al 2018. Interessante anche l’andamento del mondo dei software gestionali per lo studio dentistico, che, così come nella produzione, presenta un trend di crescita similare.

Coerentemente allo sviluppo delle nuove tecnologie e agli investimenti nel digitale, le attrezzature analogiche tradizionali per il laboratorio registrano un sensibile calo.  

 

UN MERCATO DALLA SOLIDE BASI COME DIMOSTRATO DAL CICLO ESPANSIVO DEGLI ULTIMI DIECI ANNI

Nonostante il 2020 sia partito con tassi di crescita positivi nel primo bimestre, il settore è stato colpito dalle ripercussioni della pandemia da Covid-19 così come l’economia generale del Paese. Il mercato ha registrato un brusco arresto durante il periodo di contenimento e un forte recupero nei mesi di giugno, luglio e agosto, con una sorta di rimbalzo tecnico. A fine settembre, nonostante il repentino recupero del mercato nei mesi estivi, si è cominciato ad assistere a un rallentamento della crescita, con un mercato totale che potrebbe registrare un calo del 20% a fine 2020.

L’indispensabilità delle cure odontoiatriche ci porta a considerare come affidabile e solido il comparto, con lo sviluppo di una nuova sostenuta ripresa all’uscita dalla crisi sanitaria.

Considerando l’andamento assolutamente instabile del 2020, il 2019 sarà da utilizzare come pietra di paragone per un’analisi affidabile del futuro 2021.