User menu

Grazie all'NGS, tecnica di sequenziamento di ultima generazione, è stato clinicamente dimostrato che Zendium™ promuove un microbioma orale equilibrato

6 Ottobre 2017

Grazie all'NGS, tecnica di sequenziamento di ultima generazione, è stato clinicamente dimostrato che Zendium™ promuove un microbioma orale equilibrato

Un innovativo studio clinico in vivo ha evidenziato l’importanza di un dentifricio

con enzimi e proteine che promuove un microbioma orale equilibrato.

 

Un innovativo studio di microbiomica, pubblicato nello Scientic Reports e presentato durante la sessione generale del Congresso IADR/AADR/CADR tenutosi a San Francisco nella settimana del 23 Marzo 2017,  rivela che il dentifricio Zendium™ è clinicamente dimostrato* per promuovere un microbioma orale equilibrato.

I dati esito di studio clinico [1] in 14 settimane, hanno mostrato che il dentifricio Zendium™, con enzimi e proteine,  ha significativamente aumentato alcuni batteri associati alla salute orale e ridotto alcuni associati con problemi orali, nel microbioma orale della placca, con il risultato di una comunità microbica con una più forte associazione con la salute orale, rispetto alla situazione di partenza*.  E’ la prima volta che è stato dimostrato che un dentifricio può significativamente spostare il microbioma orale a livello di specie.

Questa ricerca innovativa, con la tecnica del Next Generation Sequencing ed in collaborazione con centri di ricerca genomica noti a livello globale, ha usato il Database del Microbioma Orale per caratterizzare il micorioma della placca orale.

“La bocca ospita il secondo microbioma più diversificato del corpo e ora, grazie ad avanzate tecniche molecolari, siamo riusciti a comprendere meglio come è possibile promuovere un microbioma orale equilibrato”, ha affermato il Dott. Alison Green, Direttore Oral Care Research, Unilever. “I dentisti stanno riconoscendo sempre più che un microbioma equilibrato ha importanti implicazioni per la salute orale [2]”.

I batteri associati con la salute orale e quelli associati con i problemi, coesistono nel biofilm della placca; recenti evidenze mostrano che è la loro abbondanza relativa a essere importante per la salute orale. [2],[3]

Diversi fattori, come la dieta, il fumo, lo stress, le cure farmacologiche e i cambi ormonali possono influenzare l’equilibrio del microbioma orale, spostandolo verso uno stato in cui i batteri associati con i problemi possono predominare. [2],[3]  Questo squilibrio, detto anche disbiosi, può aumentare il rischio problemi orali, come carie, problemi gengivali e alitosi. [2],[3],[4],[5]

“La nostra sempre maggiore conoscenza del microbioma orale sta portando a un nuovo approccio per la salute orale; quello di puntare ad un microbioma orale equilibrato piuttosto che tentare di rimuovere i batteri” afferma la Dott.ssa Michela Cerbone, Oral Care R&D Italia. “È importante che i professionsiti del settore sanitario abbraccino il concetto di microbioma orale equilibrato come pure la sua importanza per la salute orale“.

Zendium™ è il dentifricio al fluoro per uso quotidiano, contenente una combinazione di enzimi e proteine, alcuni dei quali naturalmente presenti nella saliva, dove è risaputo che svolgono una funzione a supporto del benessere e dell’equilibrio del microbioma orale [6]

Questo studio dimosta che l’uso del dentifricio Zendium ha portato uno spostamento positivo nel microbioma orale della placca e conferma che l’azione del suo sistema di enzimi e proteine aiuta a proteggere la bocca in modo naturale.

 

*Riferito al microbioma orale della placca e all’abbondanza relativa di specie batteriche notoriamente associate alla salute e ai problemi alle gengive dopo 14 settimane di spazzolamento per 2 volte al giorno con Zendium, rispetto alla situazione iniziale.

 

Informazioni sullo studio clinico condotto

Le tecnologie di genomica hanno rivoluzionato la microbiologia permettendo agli scienziati di ampliare le conoscenze sul microbioma orale, la sua composizione e la funzioni di alcuni specie batteriche.

Attraverso le tecniche di sequenziamento di ultima generazione (NGS), il DNA dei batteri estratto da campioni di placca  è stato processato per consentire l’analisi del microbioma a livello di specie. L’identificazione delle specie è stata condotta con centri di ricerca genomica noti a livello mondiale, usando il Database del Microbioma Orale. Successivamente le specie batteriche sono state classificate come associate con la salute o con problemi gengivali, con una revisione della  letteratura scientifica.

La pubblicazione completa è disponibile al link: http://www.nature.com/articles/srep43344

Questo lavoro è stato finanziato da Unilever Ricerca&Sviluppo.

 

Su Zendium

Il dentiricio Zendium™ continene una combinazione di enzimi e proteine naturali, alcuni dei quali naturalmente presenti nella saliva. Gli enzimi amilogluscosidasi, glucosiossidasi e lattoperossidasi, agisco a cascata per aumentare i livelli di perossido di idrogeno nella saliva e catalizzare la formazione di ipotiocianito, un importante agente anti-microbico naturale nella bocca. Le proteine, Lisozima, lattoferrina e colostro, fonte di lgG, agiscono in sinergia con il sistema della lattoperossidasi  per proteggere la bocca, in modo naturale. La formula di Zendium è delicata, con livelli di fluoro standard (1450ppM di fluoruro di sodio), priva di SLS, per un approccio all’igiene orale delicato e adatto a tutti i soggetti.

 

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

 

[1] Adams SE, et al. Sci Rep 2017; 7:1-11 (epub)

[2] Kilian M, et al. Br Dent J. 2016; 221(10):657-666.  

[3] Marsh PD. J Oral Microbiol 2014; 6:26176.

[4] Zaura E, et al. BMC Microbiol 2009; 9:259.

[5] Marsh PD. Br Dent J. 2012; 212(12):601-6.

[6] van’t Hof W, et al AV. Monogr Oral Sci 2014; 24:40–51.