User menu

AIOP 2017 - L’innovazione in protesi è una garanzia di qualità?

20 Ottobre 2016

Condividi su:

AIOP 2017 - L’innovazione in protesi è una garanzia di qualità?

 Le fondamenta di oggi per la protesi di domani. La protesi oggi, tra passato e futuro: una road map per il successo.

Ieri, oggi, domani: le basi della protesi per un solido futuro.

Chi si occupa a vario titolo di protesi, fissa o mobile, su denti o su impianti, viene letteralmente assalito ogni giorno da innovazioni tecnologiche e merceologiche.

Questo rende la disciplina protesica la branca odontoiatrica più eccitante dei nostri giorni, ma rischia di disorientare i clinici ed i tecnici, oltre ad implicare spesso investimenti ingenti di cui non sempre si vedono ritorni immediati in termini economici e qualitativi.

La grande pressione delle case produttrici, sugli operatori e anche in forma mediatica diretta o indiretta sui pazienti, conferisce inoltre all’innovazione tecnologica una valenza di marketing. Ma innovazione e qualità sono veramente indissolubili? Il doversi costantemente innovare, lasciando a volte alla tecnologia compiti che prima si basavano sull’artigianalità, non rischia invece di far perdere ai giovani come ai più esperti i principi di base della biologia, della biomeccanica, della chimica e fisica dei materiali sui cui si è sempre fondata la buona riuscita di un lavoro protesico?

Il compito di un’Accademia è dare ai propri Soci quanto di meglio ci sia relativamente alla formazione ed all’informazione, ed in questa ottica l’AIOP, che segue con attenzione tutte le innovazioni vagliandone le effettive potenzialità, dedicherà il 2017 proprio alla rivisitazione dei principi culturali basilari per la protesi, nella loro essenza e nell’applicazione odierna.

Da queste considerazioni scaturisce il tema portante del Meeting Mediterraneo di Riccione 2017, che sarà “La forma dei denti: natura e tecnica a confronto”. Nei due giorni congressuali di Riccione clinici e tecnici avranno modo di riflettere sui principi anatomici e funzionali che determinano estetica, funzione e prognosi dei nostri lavori protesici, e di come questi possano essere applicati anche con le nuove tecnologie, ottimizzando la riuscita dei materiali oggi a disposizione. Con lo stesso spirito tutte le sessioni del 36° Congresso Internazionale di Bologna avranno una valenza didattica ben espressa nel titolo: “L’educazione all’eccellenza”.

Solo l’eccellenza, infatti, abbinata ai vantaggi operativi offerti dalle novità tecnologiche, può garantire ai clinici e ai tecnici meritevoli una pratica clinica ricca di soddisfazioni, pur in un momento nel quale le difficoltà socio-economiche e la concorrenza dell’odontoiatria commerciale paiono ostacolare la ricerca qualitativa.

 

 

AIOP – Accademia italiana di Odontoiatria Protesica

P.zza di Porta Mascarella, 7 - 40126 Bologna

Tel. 051.240722

aiop@aiop.com

www.aiop.com